Spazio Italia - Radio Timisoara

Spazio Italia - Radio Timisoara

02/06/2010

Senza vergogna.

Democrazia

Democrazia

“Quando sarai grande capirai”. Il problema è che da grande non vorrei capire quello che ho capito. Non vorrei farlo non perchè non sono d’accordo e nemmeno perchè spesso, molto spesso, sento violenti i conati allo stomaco per il fetore che emanano le ragioni di alcune azioni, no, il seplice fatto perchè non vorrei averlo capito è che le motivazioni sono talmente elementari e talmente “piccole” che mi dispiace tantissimo aver aspettato di diventare “grande” per averle capite. Di fatto ho sprecato del tempo nel credere e nel voler crescere per capire questo mondo, quello dei “grandi”.
Sì, grandi. Grandi in cosa? Dimensioni? Età?
Eppure non ci sono altre spiegazioni, tutti hanno degli interessi, me compreso, è chiaro. Tutti quanti vogliamo qualcosa, solo che alcuni di noi, che poi siamo la maggioranza assoluta, silente e timorata di un qualcosa che Dio non è, giaciamo “nascosti” nei nostri giorni di qualunquistico sapore tra un “non sono fatti miei”, “tanto non cambia niente”, “sono tuti ladri”. Siamo bravi, non c’è che dire. E’ una specie di gioco al massacro. Più ci “schifiamo”, più ci rintaniamo e più crescono di potere e notorietà coloro i quali non meriterebbero nemmeno di essere nominati.
Da grande, quiandi, ho capito che l’indifferenza, il qualunquismo e la non implicazione sono il peggior nemico della nostra società e, di conseguenza, della nostra Democrazia. Facciamoci i “fatti nostri” implicandoci in quello che è la nostra vita sociale. Non permettiamo al nostro smidurato individualismo di prevalere ancora una volta e se non ci sono, o sembra non ci siano persone che possano valere il nostro interesse ed il nostro voto, presentiamoci noi. Chi ce lo vieta se non noi stessi?
Gianluca Testa

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL