Spazio Italia - Radio Timisoara

Spazio Italia - Radio Timisoara

06/03/2013

Ho votato M5S!

Io non vendo il mio voto.

Sono assolutamente emozionato.
Sto guardando in diretta la Democrazia, in questo momento ha un solo indirizzo. Piazza San Giovanni Roma.
Grandi, assoluti, incommensurabili, cioè normali. Il MoVimento 5 Stelle ha radunato i normali in una piazza enorme una valanga di persone. oltre a tutte queste persone ci sono oltre 103 mila persone su youtube. Ce ne sono 3k su altri canali streaming, milioni di persone stanno guardando, ascoltando e, soprattutto, partecipando a questo evento storico.
Io c’ero. Io ci sono, io ci sarò.
Questa non è una dichiarazione d’amore, o di cieca fiducia in un uomo od in un gruppo di persone, questa è una dichiarazione di appartenenza all’idea della democrazia che, anche il M5S, ha dichiarato di sostenere e di volere.

I referendum si devono rispettare. La democrazia è il potere del popolo, non dei delegati che hanno usurpato il mandato facendo e svolgendo solamente i loro personali interessi.
No voglio più vedere dei Dalema, Fassino, Bersani, Berlusconi, Demita e centinaia di banditi approfittatori.

Ho ripreso dal Fatto quotidiano di oggi sabato 23 Febbraio 2012, una dichiarazione di voto, che, in quanto rappresenta esattamente il mio pensiero, la ricopio semplicemente:
Grillo mi ha convinto. Ecco i miei 10 motivi.

1) Voto Grillo per protesta. E’ l’unico fuori dal coro. Mentre tutti si attaccano a tutti. Lui è l’unico che si attacca a se stesso. Non si è alleato con nessuno. Mica come quelli della Lega che avevano giurato: “Mai più un’alleanza con Berlusconi”. E invece adesso sono di nuovo pappa e ciccia con Silvio. Mica come Monti: “Non mi candido”. E invece eccolo là.

2) Voto Grillo….parafrasando Rosy Bindi “Se Grillo è il greggio…”, gli altri sono barili ‘vuoti’ di idee e di programmi.

3) Voto Grillo perché non ne posso più delle boutade da cabaret di Berlusconi: dopo quella di restituire agli italiani l’Imu. Adesso promette quattro milioni di posti di lavoro. Intanto durante il suo governo non ha realizzato neanche il primo milione. (Ma la cosa che mi fa più rabbrividire è che c’è chi gli crede ancora!)

4) Voto Grillo perché si è autofinanziato la sua campagna. Mica l’ha fatta con i soldi nostri.

5) Voto Grillo perché mi riconosco e mi unisco all’urlo: “Mandiamoli tutti a casa”. I partiti hanno creato un sistema marcio di ruberie generalizzato, e ancora ci provano promettendo ai cittadini cose irrealizzabili per fotterli questa volta definitivamente…” tuona dal suo blog.

6) Voto Grillo perché è stato “ispirato” dal Grande Saggio Massimo Fini.

7) Voto Grillo perché mi piace il suo programma ecologico. Lui l’auto ibrida ce l’ha da un pezzo (vista con i miei occhi) mica la usa solo per propaganda elettorale.

8) Voto Grillo, ma sì, pure per allegria. Prima faceva il comico, adesso Berlusconi gli ha scippato il mestiere ( e non vorremo mica lasciare il Grillo disoccupato).

9) Voto Grillo perché ha i capelli bianchi, indicatore di una certa sapienza. Non si è mica pittato la chioma per esigenze di look. Ieri sera mi ha colpito la sfumatura della capigliatura del “rieccolo”, una via di mezzo fra il rosso Biscardi e il rosso tiziano su un mascherone di cerone. Cos’è un richiamo subliminale ai conti dello Stato, o ai nostri?

10) Voto Grillo perché rappresenta un principio di responsabilità. E un principio di speranza. In fondo meglio l’imagination au pouvoir che il malaffare al governo. E poi lui non vuole vincere le elezioni, vuole solo fare il cane da guardia all’opposizione.

Italiani sveglia, la situazione è peggiore di quello che immaginate. Buon voto a tutti!

Gianluca Testa

  1. A big part of the problems in Europe, poainicilts telling their voters what they want to hear iso what they need to hear.Leaving the Euro is likely a popular idea both in the South and in the North. And as it is possibly the key issue in elections if you are the only main party for that could deliver many seats.Look at Wilders in Holland, basically on basis of some completely unrealistic and idiotic statements around the EU and the Euro he has the last couple of weeks made a huge jump in the polls.Wilders looks like a sensible guy (although being the ultimate opportunist imho). However he has to remain credible and can do some consessions but only within limits (and everything being in those limits is simply not contributing to a solution).Germany where the Pirates (not even really against Europe) made a big jump as people want simply something else. The present governments didnot do a good job that is clear, but things can get considerably worse if you appoint even bigger jokers. In Germany there is clearly 20-30% room for a populist party more on the right, say the CSU becoming independent of the CDU even when it is Christian ( basically a declining force in European politics).A related problem being that former mainstream poainicilts are reacting to that and become populists in their own right. Look at Hollande a populist of the worst sort only as a representative of one of the old fashioned mainstream parties.There is as such of course nothing wrong with doing what the people want (it is the basis of democracy), but what is wrong is following policies that can never work. Hollande’s spending spree; Leaving the Euro from one day to another: or say demanding that the UK leaves basically overnight the EU.Politicians should point out the negatives of that and not simply go along. Use the basis of the popular demand to come to policies that could work and that are carried by the voters and not simply give in to the primary reactions.

    Comment by Cesar — 26/11/2015 @ 10:37 AM

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL